Lavorazione del combustibile


Brichettatrici

Bricchettatrici
Le bricchettatrici sono macchine che, attraverso una semplice lavorazione idraulica o meccanica, trasformano la segatura in bricchetti sottoponendola ad altissime pressioni, senza l’aggiunta di leganti e additivi chimici.

Cippato fresco

La produzione di bricchetti è utile per ottenere una sensibile riduzione di volume e una fonte di riscaldamento autonomo. Infatti essi rappresentano una valida alternativa ai tradizionali combustibili da riscaldamento e una tecnologia di notevole interesse in quanto consentono di concentrare elevate riserve energetiche in un volume contenuto.

Matrice pasticcata

Facili da stoccare e trasportare, sono prodotti sicuri perchè meno infiammabili dei combustibili fossili.

Hanno una capacità termica eccezionale (resa media 4000/4500 kcal/kg con un rendimento superiore all’80%) in quanto trattengono il calore più a lungo mantenendo la temperatura elevata all’interno del focolare

Per le loro caratteristiche fisiologiche producono poco fumo; grazie alla loro elevata densità e alla bassa percentuale di umidità (minore rispetto alla legna da ardere) bruciano più lentamente e quasi completamente con un residuo post-combustione molto contenuto e caldaie più pulite.

Poichè la loro porosità è molto bassa, la brace prodotta durante la combustione è più densa di quella prodotta dalla normale combustione del legno o da una biomassa non pressata.

Raffinatori di cippato

Raffinatori di cippato
Macchine professionali pensate per triturare finemente il legno precedentemente cippato.
Separatori

Separatori
Sistemi di abbattimento che permettono di separare le particelle contaminanti.